1,3 Milioni di Pensionati che Vivono all’estero !

1,3 Milioni di Pensionati che Vivono all’estero !

"blog' senior-les plaisirs des seniorsIl senior francese gioca la carta della globalizzazione. Più di un milione di cittadini francesi, i cittadini anziani e pensionati, che vivono all’estero. Passano non solo le vacanze, ma si sono fermati a tempo pieno in un altro paese. Questo fenomeno dell’espatrio è in pieno boom da alcuni anni. E il Portogallo è la destinazione alla moda per i pensionati a causa dei molti benefici fiscali. Perché e quali sono i vantaggi e gli svantaggi di questi cambiamenti di vita ?

La spiaggia, il trasporto aereo a prezzi accessibili, le comunicazioni con internet, con la dolcezza della vita, l’inizio di una nuova vita e soprattutto l’avventura. Sono questi i tratti distintivi dell’espatrio. In cinque anni, il numero di anziani francesi che hanno deciso di vivere all’estero è più che raddoppiato ! Questo fenomeno è sempre esistito, non è necessario negare, ma la gente spesso ha preso la pensione nel paese di origine, dove hanno ancora avuto il loro legame. Lavoro in Francia e poi trascorrere la sua pensione in Spagna o in Portogallo, era comune.

Ora, il senior espatriati hanno cambiato: non hanno più legami familiari o culturali con il paese ospitante, sono appena caduto sotto l’incantesimo, sotto l’influenza della bellezza dei luoghi, in un viaggio turistico e hanno deciso di vivere lì. O un articolo di giornale, un rapporto di notizie, tv , chiacchierare con gli amici e hop, gli anziani che hanno superato il cap. Da !

Tuttavia, oltre ai paesaggi, alla dislocazione potrebbero essere anche altri motivi che non dobbiamo sottovalutare : un ambiente più piacevole, una migliore qualità della vita e il potere d’acquisto più importante. Perché tutto ciò che chiunque potrebbe dire, il costo della vita è significativamente inferiore nei paesi che sono stati selezionati per trascorrere la pensione.

È importante sapere che dal 1 ° gennaio 2013, il Portogallo vuole diventare il nuovo paradiso per i pensionati francese. Un paradiso fiscale, in effetti le pensioni del settore privato sono esenti dall’imposta sul reddito per un soggiorno di più di 183 giorni nel paese di acquisire lo status fiscale di ” residente non usuale“. Per una singola persona con 25 000€ di pensione guadagno sale a quasi 1700€, ma con l’utilizzo di 30 000€ per un singolo, o 70 000€ per una coppia, il risparmio fiscale è importante. Questo piano è inteso per un periodo di 10 anni. E come la vita è più conveniente in Portogallo, molti pensionati sono pronti a fare i bagagli. In più rimanere nell’Unione Europea.

In Francia, si parla di una coppia di pensionati affittare le loro abitazioni , la spesa media per alloggio, cibo, trasporti, tempo libero, etc. ammontano a circa 2000€ al mese. Se si effettua il confronto, per servizi equivalenti, e a volte anche meglio in termini di alloggio, in particolare, si sta andando a spendere : 1018€ in Marocco, 1200€ per l’Isola di Mauritius, 1100€ in Senegal, o 1500€ in Portogallo. Il calcolo è fatto in fretta ! Alloggio ben posizionato, spesso più grandi e meno costosi, prodotti e personale. In Marocco, il pane costa dieci centesimi e una cameriera costi di circa 1,5€ / ora.

Ciò che è sorprendente è che il francese si sposta ora in tutto il pianeta. Oltre all’Europa o i paesi del Maghreb, la pensione di destinazioni stanno diventando sempre più esotici. Madagascar, Thailandia o in Brasile si sta rapidamente espandendo. E in dieci anni, questi paesi di recuperare il ritardo con il Marocco, che, tuttavia, a 50 000 francese pensionati ! Conflitti geopolitici stanno modificando profondamente i luoghi di pensionamento e i paesi musulmani sono consapevoli del perché l’anno scorso un calo significativo.

È vero che ora, con voli a basso costo, la comunicazione tramite e-mail, web-cam o al telefono gratuito, la sensazione di lontananza, è in calando, e quindi la famiglia può venire facilmente visitare i genitori o ai nonni per le vacanze nizza.

Ma prima di partire, è necessario che delimitano i due aspetti sono fondamentali : la salute e la tassazione. Per la salute, in caso di soggiorno nell’Unione Europea, nessun problema, il francese regime di Sicurezza Sociale si applica. Invece, per i paesi al di fuori dell’Europa, è necessario unire la Caisse des Français de l’straniero. Per informazioni, l’importo dell’iscrizione è di circa il 3% della tua pensione. Per le tasse, tutto dipende dal trattato fiscale è concluso tra la Francia e il paese di pensionamento. Attenzione, non tutti i paesi hanno firmato un accordo e che si può benissimo finire con doppia imposizione, quindi diffidenza!

Un viaggio all’estero, si sta preparando in anticipo per evitare spiacevoli sorprese. D’altra parte, è anche necessario sapere che i francesi, i dipendenti pubblici, le pensioni devono essere tassati in Francia. È per questo motivo che il DOM e TOM hanno così tanto successo tra i funzionari ! Possiamo parlare in questo caso di distanza, ma non l’espatrio.

Che si è presa la decisione ? Voi o si sono già andati: “la bella vita” ha inizio ! Ma, una volta o l’altra, sarete presi di nostalgia per la Francia, senza dubbio !

È per questo motivo che abbiamo deciso di formare la comunità di senior espatriati ! Rimanere in contatto con la Francia, di stare al passo con gli sviluppi, sconvolgimento, e con l’attualità del suo paese di nascita.

Facciamo questo blog, spazio di vita, una discussione di espatriati pensionati ! Condividete con noi la vostra vita, le vostre difficoltà, le vostre gioie e condividere il vostro quotidiano potenzialmente aiutare altri anziani per fare il grande salto per l’altro !

Portogallo i ricorsi al di francese in pensione WAT.tv expatriationPortugalretraite

Lascia un commento