Allergia alla soia

Allergia alla soia


Allergia alla soia

La soia è un alimento comune che può causare allergie. Sebbene nella maggior parte dei casi viene in età infantile e passa con lo sviluppo, l’allergia alla soia può persistere in età adulta. Spesso, i segni e sintomi sono lievi, ma in rari casi può diventare un pericolo per la vita a causa dell’anafilassi. La condizione colpisce maggiormente intorno ai 5 anni.

CAUSE: L’allergia alla soia può scatenarsi in seguito all’aver mangiato germogli di soia o bevuto latte di soia.

SINTOMI: Le reazioni allergiche agli alimenti di solito iniziano da pochi minuti ad alcune ore dopo l’assunzione del cibo. La gravità può variare notevolmente da persona a persona. I sintomi più comuni sono:

  • Prurito;
  • Orticaria;
  • Eczema;
  • Formicolio o gonfiore delle labbra, lingua o gola;
  • Senso di oppressione toracica, respiro corto o difficoltà respiratorie;
  • Sibilo;
  • Dolore addominale;
  • Nausea, vomito o diarrea;
  • Vertigini;
  • Svenimento;
  • Anafilassi che può essere improvvisa, grave e potenzialmente letale, e può coinvolgere diverse aree del corpo.

TERAPIA: Parlare con il medico su come prepararsi ad una reazione. Le reazioni lievi possono essere trattate con antistaminici per via orale. Il medico può prescrivere adrenalina iniettabile da portare con sé in ogni momento nel caso in cui ci fosse una grave reazione.

PREVENZIONE: Se si sa di essere affetti dall’allergia alla soia, evitare rigorosamente l’esposizione alla soia e ai prodotti che possono contenerla. Controllare sempre le etichette alimentari prima di acquistare un prodotto se voi o vostro figlio è affetto da allergia alla soia. Le fonti di contagio più probabili sono:

  • Soia: in tutte le forme, compresa la farina di soia, fibra di soia e albumina di soia;
  • Latte di soia;
  • Granuli di soia;
  • Proteina della soia e proteine ​​di soia idrolizzata;
  • Noci e germogli di soia;
  • Salsa di soia e salsa shoyu;
  • Tofu e proteine ​​vegetali ristrutturate;
  • Edamame;
  • Miso;
  • Natto;
  • Tempeh;
  • Tamari.

Fare attenzione anche alla cucina asiatica perché molti alimenti come la gomma vegetale o il brodo vegetale possono contenerla. Molti studi hanno dimostrato che la maggior parte delle persone allergiche alla soia possono tranquillamente mangiare alimenti contenenti lecitina di soia e olio di soia.

Infine è importante indossare un braccialetto medico con le informazioni sulla propria allergia o portare con sé una scheda sul primo soccorso nel caso in cui aveste un attacco improvviso in presenza di altre persone.

Contattare il medico se voi o il vostro bambino avete una reazione alla soia.

[Fonte: clevelandclinic]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento