Amiloidosi sistemica secondaria

Amiloidosi sistemica secondaria

Amiloidosi sistemica secondaria

L’amiloidosi sistemica secondaria è una malattia in cui le proteine anomale, chiamate amiloidi, si accumulano nei tessuti e organi. Essa si verifica a causa di un’altra malattia o situazione medica, come ad esempio un’infezione cronica o malattie infiammatorie croniche. Sistemica significa che riguarda il corpo intero.

CAUSE: La causa esatta è sconosciuta. Ci sono più probabilità di sviluppare l’amiloidosi sistemica secondaria se si è in presenza di un’infezione o infiammazione a lungo termine.

Questa condizione si può verificare con:

  • Spondilite anchilosante;
  • Bronchiettasia;
  • Osteomielite cronica;
  • Fibrosi cistica;
  • Leucemia a cellule capellute;
  • Morbo di Hodgkin;
  • Ascesso e alcune ulcere della pelle a lungo termine;
  • Dialisi renale;
  • Artrite cronica giovanile;
  • Mieloma multiplo;
  • Sindrome di Reiter;
  • Artrite reumatoide;
  • Sindrome di Sjogren;
  • Lupus eritematoso sistemico;
  • Tubercolosi.

SINTOMI: I più comuni sono:

  • Il sanguinamento nella pelle;
  • Fatica;
  • Battito cardiaco irregolare;
  • Intorpidimento delle mani e dei piedi;
  • Mancanza di respiro;
  • Difficoltà di deglutizione;
  • Braccia o gambe gonfie;
  • Gonfiore della lingua;
  • Debole presa;
  • Perdita di peso.

DIAGNOSI: I test che possono essere effettuati includono:

  • Ecografia addominale (può mostrare fegato o milza gonfi);
  • Biopsia della pelle;
  • Biopsia del midollo osseo;
  • Esami del sangue;
  • Elettrocardiogramma;
  • Ecocardiogramma;
  • Velocità di conduzione nervosa;
  • Analisi delle urine.

TERAPIA: La condizione che causa l’amiloidosi deve essere curata. Alcune persone possono necessitare di un trapianto di midollo osseo o di cellule staminali. Non esiste un trattamento specifico per l’amiloidosi in sé.

PROGNOSI: La guarigione dipende da quali organi sono interessati. Se la malattia coinvolge il cuore e i reni, può portare ad insufficienza d’organo e alla morte. Possibili complicazioni possono essere:

  • Fallimento endocrino;
  • Insufficienza cardiaca;
  • Insufficienza renale;
  • Insufficienza respiratoria.

Contattare un medico se avete i sintomi di questa condizione, specialmente in caso di intorpidimento, presa debole, mancanza di respiro, gonfiore, sanguinamento e battito cardiaco irregolare.

PREVENZIONE: Se sai di avere una malattia, assicurati di averla curata. Questo può aiutare a prevenire l’amiloidosi.

[Fonte: Ny Times]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento