Anemia da carenza di folati

Anemia da carenza di folati

mangiare verdure
Anemia da carenza di folati

L’anemia da carenza di folati è una diminuzione dei globuli rossi (anemia) a causa della mancanza di acido folico. L’anemia è una condizione in cui il corpo non ha abbastanza globuli rossi sani. I globuli rossi forniscono ossigeno ai tessuti del corpo.

CAUSE: L’acido folico, o folato, è necessario per la formazione e la crescita dei globuli rossi. È possibile ottenere folato mangiando verdure a foglia verde e fegato. Poiché il folato non è accumulato nel corpo in grandi quantità, è necessario ottenerne rifornimenti di continuo attraverso il cibo.

Nella anemia da carenza di folati, i globuli rossi sono anormalmente grandi. Queste cellule sono chiamate grandi megalociti, o megaloblasti nel midollo osseo. Ecco perché questo tipo di anemia può essere chiamata anche anemia megaloblastica. Le cause di questa anemia sono:

  • Alcuni farmaci (come la fenitoina [Dilantin], alcol, metotrexate, sulfasalazina, triamterene, pirimetamina, trimetoprim-sulfametossazolo e barbiturici);
  • Alcolismo cronico;
  • Morbo di Crohn, celiachia, infezione con il pesce tenia o altri problemi che rendono difficile per il corpo digerire gli alimenti;
  • Scarsa assunzione di acido folico;
  • Rimozione di alcune parti dello stomaco o dell’intestino tenue, come ad esempio alcuni interventi chirurgici per perdere peso.

Nel terzo trimestre di gravidanza, una donna può avere una carenza a causa di una maggiore necessità di acido folico. L’anemia emolitica può anche causare una carenza a causa di una maggiore distruzione di globuli rossi e una maggiore esigenza. I fattori di rischio includono:

  • Alcolismo (che interferisce con l’assorbimento dei folati);
  • Mangiare cibi stracotti;
  • Dieta povera (senza frutta fresca o verdura);
  • Gravidanza.

La malattia si verifica in circa una persona su 25.000.

SINTOMI: I più comuni sono:

  • Fatica;
  • Mal di testa;
  • Pallore;
  • Mal di bocca e lingua.

DIAGNOSI: Verranno effettuati:

  • L’esame del midollo osseo (raramente necessario);
  • Analisi ematica completa (CBC);
  • Livello di folati.

TERAPIA: L’obiettivo è quello di identificare e trattare la causa della carenza di folato. I supplementi di acido folico possono essere somministrati per via orale o endovena a breve termine fino a quando l’anemia non è stata corretta. Nel caso di scarso assorbimento da parte dell’intestino, la terapia sostitutiva può essere permanente. Il trattamento dietetico consiste nell’aumentare il consumo di verdure a foglia verde e agrumi.

PROGNOSI: L’anemia di solito risponde bene al trattamento entro 2 mesi. Possibili complicazioni nelle donne in gravidanza possono essere difetti del tubo neurale o spinale (come la spina bifida) nel neonato. Altre complicazioni più gravi possono includere:

  • Aumento della pigmentazione della pelle;
  • Infertilità;
  • Peggioramento della malattia cardiaca o insufficienza cardiaca.

Contattare un medico se si hanno i sintomi dell’anemia da carenza di folati.

PREVENZIONE: Un buon apporto dietetico di folati in individui ad alto rischio, e la supplementazione di acido folico durante la gravidanza, possono aiutare a prevenire questo tipo di anemia.

[Fonte: Ny Times]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Thinkstock

Lascia un commento