Broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO)

Broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO)


Broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO)

La broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) è una delle malattie polmonari più comuni. Ci sono due forme principali della BPCO: bronchite cronica, che comporta una tosse con muco di lunga durata, e l’enfisema, che prevede la distruzione dei polmoni nel tempo. La maggior parte delle persone con BPCO hanno una combinazione di entrambe le condizioni.

CAUSE: Il fumo è la principale causa della BPCO. Quanto più una persona fuma, maggiore è la probabilità che svilupperà la malattia. Tuttavia, alcune persone fumano per anni e non vengono mai affette da BPCO. In rari casi, i non fumatori che mancano di una proteina chiamata alfa-1 antitripsina possono sviluppare l’enfisema. Altri fattori di rischio per la BPCO sono:

  • Esposizione a certi gas o fumi nei luoghi di lavoro;
  • Esposizione a forti quantità di fumo passivo e inquinamento;
  • Uso frequente del fuoco di cottura, senza un’adeguata ventilazione.

SINTOMI: I più comuni sono:

  • Tosse, con o senza muco;
  • Fatica;
  • Molte infezioni respiratorie;
  • Mancanza di fiato (dispnea), che peggiora con l’attività mite;
  • Rantolo.

Poiché i sintomi della BPCO si sviluppano lentamente, alcune persone potrebbero non sapere di essere malate.

DIAGNOSI: Il miglior test per la BPCO è un test di funzionalità polmonare chiamato spirometria. Questo implica di soffiare più forte possibile in una piccola macchina che verifica la capacità polmonare. I risultati possono essere verificati subito, e il test non comporta l’esercizio, un prelievo di sangue, o l’esposizione alle radiazioni. Utilizzare uno stetoscopio per auscultare i polmoni può anche essere utile. Tuttavia, a volte i polmoni non presentano suoni anormali anche in presenza di BPCO.

Lo scan dei polmoni (come radiografie e TAC) può essere utile, ma a volte può presentare un aspetto normale, anche in presenza della malattia. A volte i pazienti devono effettuare un esame del sangue (detto gas nel sangue arterioso) per misurare la quantità di ossigeno e anidride carbonica nel sangue.

TERAPIA: Non esiste una cura per la BPCO. Tuttavia, ci sono molte cose che potete fare per alleviare i sintomi ed evitare che la malattia si aggravi. Le persone con BPCO devono smettere di fumare. Questo è il modo migliore per rallentare il danno ai polmoni. I farmaci usati per trattare la BPCO comprendono:

  • Inalatori (broncodilatatori) per aprire le vie respiratorie, come l’ipratropio (Atrovent), Tiotropio (Spiriva), Salmeterolo (Serevent), Formoterolo (Foradil), o albuterolo;
  • Steroidi per via inalatoria per ridurre l’infiammazione del polmone;
  • Farmaci anti-infiammatori come il montelukast (Singulair) e roflimulast.

In casi gravi o durante un’infiammazione, potrebbero essere necessari

  • Steroidi per via orale o endovena;
  • Broncodilatatori con un nebulizzatore;
  • Ossigenoterapia;
  • Assistenza meccanica alla respirazione.

Gli antibiotici sono prescritti per evitare che la BPCO peggiori. Potrebbe essere necessaria l’ossigenoterapia a casa se si ha un basso livello di ossigeno nel sangue. La riabilitazione polmonare non cura la malattia polmonare, ma può insegnare a respirare in modo diverso in modo da poter rimanere attivi. L’esercizio fisico può aiutare a mantenere la forza muscolare nelle gambe. E’ consigliabile fare passeggiate per mantenere la forza. Inoltre:

  • Chiedere al medico o al terapeuta quanto esercizio fare;
  • Aumentare gradualmente l’esercizio;
  • Cercare di non parlare quando si cammina, se si è a corto di fiato;
  • Utilizzare la respirazione dalla bocca quando si espira (per svuotare i polmoni prima del prossimo respiro).

E’ consigliabile evitare l’aria molto fredda, fare in modo che nessuno fumi in casa e ridurre l’inquinamento atmosferico come il fumo del camino ed altre sostanze irritanti. Seguire una dieta sana a base di pesce, pollame, o carne magra, ed anche frutta e verdura. Se è difficile mantenere il vostro peso forma, parlare con un medico o un dietologo.

La chirurgia può essere un rimedio, ma solo pochi pazienti traggono beneficio da questi trattamenti come un intervento per rimuovere le parti del polmone malate o il  trapianto di polmone per i casi gravi.

PROGNOSI: La BPCO è una malattia a lungo termine (cronica) che peggiora più rapidamente se non si smette di fumare. I pazienti con BPCO grave avranno fiato corto con la maggior parte delle attività e saranno spesso ricoverati. Possibili complicazioni possono essere:

  • Battito cardiaco irregolare (aritmia);
  • Necessità di una macchina per la respirazione e l’ossigenoterapia;
  • Insufficienza cardiaca o cuore polmonare (edema cardiaco e insufficienza cardiaca a causa della malattia polmonare cronica);
  • Polmonite;
  • Pneumotorace;
  • Grave perdita di peso e malnutrizione;
  • Assottigliamento delle ossa (osteoporosi).

Contattare un medico se si ha un rapido aumento della mancanza di respiro.

PREVENZIONE: Non fumare impedisce la maggior parte dei casi di BPCO.

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento