Caput succedaneum

Caput succedaneum

Caput Succedaneum

Il Caput Succedaneum è un diffuso gonfiore del cuoio capelluto in un neonato causato dalla pressione dell’utero o parete vaginale durante un parto podalico (in cui esce prima la testa del neonato).

CAUSE: Un caput succedaneum è causato dal trauma meccanico della parte iniziale del cuoio capelluto spinta attraverso un collo ristretto. Il gonfiore può essere in qualsiasi parte del cuoio capelluto, può attraversare la linea mediana, e può essere scolorito a causa di un leggero sanguinamento nella zona. Ci possono anche essere delle pressioni sulla testa, che sono comunemente associate al caput succedaneum.

SINTOMI: I più comuni sono:

  • Leggero gonfiore del cuoio capelluto in un neonato;
  • Gonfiore con lividi più o meno evidenti;
  • Gonfiore che può estendersi oltre la linea mediana del cuoio capelluto;
  • Aumento della pressione sulla testa.

DIAGNOSI: L’esame obiettivo conferma che il gonfiore è un caput succedaneum. Nessun test è necessario.

TERAPIA: Nessun trattamento è necessario, di solito guarisce spontaneamente in pochi giorni.

PROGNOSI: Il recupero completo è probabile, con il cuoio capelluto che riacquista il suo contorno normale. Possibili complicazioni possono essere ittero o lividi.

PREVENZIONE: Un caput succedaneum è più probabile che si formi durante un parto lungo e difficile. Questo è particolarmente probabile dopo che le acque si sono rotte, eliminando così il cuscino di protezione del sacco amniotico. Tuttavia, un caput succedaneum è a volte identificato con l’ecografia prenatale, prima ancora che inizi il travaglio. A volte è stato rilevato già alla 31esima settimana di gestazione. Il più delle volte, non è associato con la rottura prematura delle acque o con poco liquido amniotico.

Un caput succedaneum può formarsi prima o durante il parto, anche in assenza di alcun fattore di rischio identificabile. Una buona assistenza prenatale e la gestione del travaglio e del parto può ridurre le possibilità di questo piccolo problema, anche se la formazione è spesso imprevedibile e inevitabile.

Fonti: [Stoll, BJ, Kliegman, RM. Alterazioni del sistema nervoso. In: Behrman, RE., A cura di Kliegman, RM, Jenson, HB,. Nelson Textbook of Pediatrics. 17a ed., Philadelphia, PA: Saunders; http://health.nytimes.com/health/]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento