Dire Nonno, che Cos’è la Letteratura erotica ?

Dire Nonno, che Cos’è la Letteratura erotica ?

"In questo momento si parla solo del libro “Cinquanta sfumature di Grigio”, ma questo libro è scritto con i piedi, la frase del romanzo, è “ho un problema con il mio colpo di essiccazione post-coitale” !

Apollinaire si trasforma sicuramente nella tomba ! Se ti piace questo tipo di letteratura, vi offriamo estratti del classico francese che è molto meglio scritto, e che ti farà vivere la vostra fantasia:

La letteratura erotica francese è velato, suggerito, e ha come obiettivo quello di sublimare la sessualità. Ma può essere lieve o raw !

Ma è importante non confondere con la pornografia. Boris Vian scrisse “per amore, che è lo stesso, ripeto, l’attenzione della maggior parte delle persone sane, è impedito e ostacolato dallo Stato, non c’è da stupirsi che la forma attuale del movimento rivoluzionario letteratura erotica ?”

E l’era di permissivismo ha aperto nuove possibilità, e qui è una miscellanea di scritti siano ingannevoli o fuorvianti :

Il Marchese de Sade pubblicato, nel 1797, il famoso versetto :

“Addio… un bacio… un bacio, mia sorella, per soddisfare me, almeno fino ad allora. Bacia, tocca la sua vita attraverso le sue mutandine, e il giovane viene fuori in fretta…”

Pierre Louys, in uno stile che è più grezzo, ha dato le sue lettere di nobiltà o di infamia per la letteratura erotica, giudicate voi stessi, questo stralcio di tre figlie della madre nel 1926 data :

” Un aria kid, strofinando ogni volta che la sua bocca sulla mia bocca, lei ripete a bassa voce :

“Sì. Mi sega. Mi sega. Mi sega. Mi sega. Mi sega. Mi sega. Mi sega. Mi sega. ” Più lei ha detto che il più era gay. E la prima parola sbottò, tutti gli altri sono seguiti come se fossero in attesa di un segno di volare : “Stai andando a vedere come me la scarico. Vorrei sapere, anzi. — Dammi la tua coda. — Dove ? — Trova. — Che cosa è che è vietato ? — La mia verginità e la mia bocca. ”

In caso contrario, Apollinaire “11 000 metri” del 1907, a dispetto della poesia classica, e sotto la parvenza di realismo è l’attuazione delle sue fantasie :

” Mony Vibescu digitando aveva superato le mani sotto il suo grande culo che sembrava essere un bel melone che hanno spinto il sole di mezzanotte era bianco e pieno. Ciascuna delle sue natiche sembrava essere stato scolpito da un blocco di marmo di carrara, senza di default, e le cosce, che sono scese sotto sono come le colonne di un tempio greco. Ma che differenza ! Le cosce erano calde, e le natiche erano fredde, che è un segno di buona salute. La sculacciata aveva fatto un paio di rose, in modo che uno avrebbe detto di questi natiche erano fatte di panna mescolata con lamponi. Questo spettacolo lo eccitava al limite dell’eccitazione poveri Vibescu. La sua bocca succhiare a turno, i capezzoli ditta Toné, oppure appoggiato sulla gola o sulla spalla sinistra del lecca-lecca. Le sue mani erano saldamente aggrappata grande culo fattoria come un cocomero duro e sensuale. Si palpait il calcio reale e aveva insinuato l’indice in un buco di culo di una vicinanza a piacere. Il suo grande cazzo fasciato sempre più è venuto a volare, a fronte di un’incantevole con dei coral condita con un vello di un nero lucido. Lei gridò a lui in rumeno : “No, non sei davvero messo non !”, e allo stesso tempo gigotait della sua bella cosce tondo e paffuto”

Qui ci sono alcune opere che ci ispira, che ci offrono i diversi percorsi verso il desiderio, ma ce ne sono tanti altri. Il suggerimento delle parole oscene, grivoiserie alla dura realtà, la letteratura non ha finito di ri-godere !

Lascia un commento