Discinesia tardiva

Discinesia tardiva

Discinesia tardiva

La discinesia tardiva è un disturbo che comporta movimenti involontari, soprattutto della parte inferiore del viso.

CAUSE: La discinesia tardiva è un effetto collaterale grave che si verifica quando si prendono farmaci chiamati neurolettici. Essa si verifica più frequentemente quando i farmaci sono presi per lungo tempo, ma in alcuni casi può verificarsi anche dopo un breve periodo. I farmaci che più frequentemente causano questo disturbo sono gli antipsicotici più vecchi, tra cui:

  • Aloperidolo;
  • Flufenazina;
  • Trifluoperazina.

Altri farmaci, simili agli antipsicotici, che possono causare la discinesia tardiva includono:

  • Cinnarizine;
  • Flunarizine (Sibelium);
  • Metoclopramide.

SINTOMI: I più comuni sono:

  • Smorfie del viso;
  • Mascella oscillante;
  • Masticazione ripetitiva;
  • Lingua spinta all’infuori.

PROGNOSI: Se diagnosticata nella fase precoce, la condizione può essere invertita interrompendo l’applicazione del farmaco che ha causato i sintomi. Anche se i farmaci antipsicotici sono bloccati, i movimenti involontari possono diventare permanenti e in alcuni casi possono diventare molto più preoccupanti.

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento