Dolori muscolari, i rimedi omeopatici

Dolori muscolari, i rimedi omeopatici

E’ possibile utilizzare dei rimedi omeopatici per curare i dolori muscolari, soprattutto se si è anziani e si temono particolari interazioni farmacologiche. Vediamo insieme quali sostanze è possibile utilizzare per questo tipo di disturbo grazie al dott. Cesare Maffeis, omeopata e geriatra di Bergamo.

mal di schina

Dolori muscolari e articolari possono colpire persone di qualsiasi età e quando essi si presentano qualsiasi movimento rischia di divenire troppo doloroso. Se non si vogliono assumere degli antidolorifici tradizionali sui può provare la strada dell’omeopatia. Essi grazie alle diluizioni non sono tossici generalmente e non presentano effetti collaterali o particolari indicazioni rispetto al rapporto con altri medicinali.

Prendiamo il mal di schiena: è il dolore muscolare più diffuso. Soprattutto negli anziani è facile diagnostiacare la lombalgia che se non curata rischia di trasformarsi in cronica. Stiramenti e piccoli strappi ne sono la causa principale e spesso il dolore può essere molto intenso:per farlo scemare immediatamente è possible utilizzare un rimedio omeopatico in gel, Arnigel per l’appunto, a base di Arnica montana. Il composto deve essere massaggiato sulla zona dolorante fino a che la pelle non lo avrà assorbito tutto. Ad esso si può aggiungere della Nux vomica 5 CH, 5 granuli 3-4 volte al giorno: questa quantità può man mano diminuire con il passare del dolore.

Se il malessere muscolare è accompagnato da una sensazione di rigidità ed ansia è consigliato invece assumere Rhus toxicodendron 9 CH,  5 granuli anche ogni 2 ore se necessario. In caso la lombalgia fosse causata da una distorsione l’esperto Cesare Maffeis suggerisce l’utilizzo di Arnica montana 7 CH, associato a Bryonia 5 CH e Ledum palustre 5 CH, 5 granuli di ogni medicinale da assumere ogni due ore.

Per approcciare il dolore alle articolazioni, i quali possono dipendere da diverse cause (anzianità, artrite, obesità, osteoporosi ed influenza le più comuni, N.d.R.) si può agire spalmando sulla parte interessata l’Arnigel, due o tre volte al giorno, al quale aggiungere l’assunzione di Bryonia 5 CH, 3 granuli, 3-4 volte al giorno per 5 giorni se il dolore migliora con l’immobilità ed il calore. Se al contrario le articolazioni fanno meno male quando si è in movimento, all’arnica in gel va accostato il Rhus toxicodendron 5 CH, 3 granuli, 3-4 volte al giorno per 5 giorni.

Fonte | Dr. Cesare Maffeis – Boiron

mirana

Lascia un commento