Ectima

Ectima

bolla sulla pelle
Ectima

L’ectima è un’infezione della pelle simile all’impetigine. È spesso chiamata “impetigine profonda” perché si verifica in profondità all’interno della pelle.

CAUSE: L’ectima è spesso causato dal batterio streptococco. A volte, anche i batteri stafilococco possono provocare questa infezione della pelle. L’infezione può iniziare nel tessuto in seguito ad un ferimento a causa di un graffio o un morso di insetto. Si sviluppa spesso sulle gambe.

SINTOMI: Il sintomo principale dell’ectima è una bolla di piccole dimensioni con un bordo rosso che può essere riempito con pus. Essa è simile a quella osservata nei soggetti affetti da impetigine, ma l’infezione si diffonde molto più in profondità nella pelle. Dopo che la bolla va via, appare un’ulcera dura.

DIAGNOSI: Il medico può diagnosticare solitamente questa condizione semplicemente osservando la pelle. In rari casi, il liquido all’interno della bolla può essere inviato ad un laboratorio per un esame più attento, o può essere fatta una biopsia della pelle.

TERAPIA: Il medico di solito prescrive antibiotici per via orale. Casi molto precoci possono essere curati con farmaci topici. Forme più avanzate potrebbero aver bisogno di antibiotici somministrati per via endovenosa. Mettere un panno caldo e umido su tutta l’area può aiutare a rimuovere le croste dell’ulcera. Il medico può raccomandare sapone antisettico o perossido per accelerare il recupero.

PROGNOSI: A differenza dell’impetigine, l’ectima a volte può provocare cicatrici. Possibili complicazioni possono essere:

  • Diffusione dell’infezione ad altre parti del corpo;
  • Danni permanenti alla pelle con cicatrici.

Contattare un medico se si hanno i sintomi dell’ectima.

PREVENZIONE: Pulire accuratamente la pelle dopo una lacerazione (come un morso o un graffio). Evitare di graffiare o scavare dove ci sono croste e piaghe.

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento