I dossi sulle braccia e l’intolleranza al glutine

I dossi sulle braccia e l’intolleranza al glutine

Ogni volta che sentiamo parlare di più di intolleranza al glutine, un disturbo che non è così grave come la malattia celiaca, ma che colpisce anche noi per le diverse parti del corpo, se si consumano alimenti che contengono questa proteina.

In questo articolo vi mostreremo uno dei sintomi più comuni dell’intolleranza al glutine: i dossi che appaiono sulle braccia per nessun motivo apparente.

La celiachia colpisce tutto il corpo

"organismo

La celiachia è una malattia autoimmune caratterizzata da un’intolleranza permanente di alimenti contenenti glutine.

Il glutine presente nel grano, avena, orzo, segale, noto anche come TACC (nell’etichettatura dei prodotti alimentari), e in tutti quegli alimenti trasformati che sono fatte con derivati di questi cereali.

La malattia celiaca è determinato da una malattia genetica, ma può manifestarsi in qualsiasi fase della vita.

Quando si consumano glutine, la persona con malattia celiaca soffrono di una risposta immunitaria che provoca la produzione di anticorpi che interessano non solo l’apparato digerente, ma l’agenzia in generale.

Vedi anche: Come preparare in casa il kefir, una bevanda per purificare il corpo

Ciò che l’intolleranza al glutine è la stessa come la celiachia?

"intolerancia' al gluten

Negli ultimi anni sono apparsi alcuni disturbi correlati con diversi gradi di sensibilità al glutine non celiaca malattia.

In questi casi, sembra che l’intolleranza al glutine non è autoimmune, ma che potrebbe essere legato ad altri fattori ancora sconosciuti.

Il problema è che questo disturbo è più difficile da diagnosticare, poiché i sintomi possono comparire gradualmente ed essere scambiati per altri problemi di salute.

Per questo motivo è importante conoscere i possibili sintomi di questa intolleranza al glutine, una delle quali è la comparsa di brufoli sulle braccia.

I dossi sulle braccia

Ci sono persone che hanno i brufoli sulle braccia, simile a quello noto come “pelle d’oca”.

Questo sintomo, che in realtà si chiama cheratosi pilaris è un eccesso di cheratina che appare sul retro delle braccia come risultato di una mancanza di vitamina a e acidi grassi.

Questa carenza non è a causa di una cattiva alimentazione, ma perché l’intolleranza al glutine danneggia l’intestino in modo graduale e impedisce l’assorbimento dei grassi.

Siamo in grado di avere questi graniti per anni senza alcun relative mai con una possibile intolleranza al glutine. Per sapere con più certezza se sono relative a questa proteina, quindi siamo in grado di rivedere gli altri sintomi, che sono di seguito elencati.

Altri sintomi

"Otros' síntomas

Questi sono altri possibili sintomi di intolleranza al glutine:

Digestivo disagio comune, come gonfiore, gas, bruciore di stomaco, ecc Affaticamento o stanchezza, soprattutto dopo aver mangiato cibi con glutine (pasta, biscotti, pane, ecc). La stanchezza cronica e la fibromialgia dovrebbe anche essere preso in considerazione. Irregolarità ormonali. Nel caso delle donne, è facile constatare se si soffre di cicli irregolari o dolorose, infertilità o aborti spontanei. L’emicrania. Le emicranie sono quasi sempre legate a problemi di digestione, anche se non sempre con il glutine. Infiammazione o dolore alle articolazioni. Ansia, depressione, o cambiamenti di umore.

Se avete una storia personale o familiare di malattie autoimmuni (tiroidite, l’artrite reumatoide, la psoriasi, la sclerosi multipla, la sclerodermia, ecc) saremo ancora hanno più probabilità di soffrire di questa intolleranza.

Consigliamo di leggere: 5 posture per alleviare l’ansia e lo stress

Come faccio a sapere se sono intollerante al glutine?

Se soffriamo di più di questi sintomi, si può andare verso il medico per noi per eseguire gli esami digestivo rilevante che ci aiuterà a confermare o escludere questo disturbo.

Tuttavia, il test non danno sempre risultati affidabili al 100%, e in alcuni casi può andare negativo, nonostante la sofferenza di un certo grado di sensibilità al glutine.

Un altro modo per scoprirlo è quello di eliminare il glutine dalla dieta per un mese.

Dobbiamo essere rigorosi, come il nostro corpo ha bisogno di tempo per eliminare le tossine che il glutine non digerito che provoca nel nostro corpo. Per fare questo ci sarà molto attento e dell’etichettatura dei prodotti.

Rimarrà sorpreso la quantità di alimenti che contengono il glutine.

Se si mangia fuori casa anche chiedere se gli alimenti che contengono farina, che viene utilizzata molto spesso in salse, pastelle, addensanti, frutta secca, dolci, birra e altre bevande alcoliche, ecc

Dopo di questo mese, siamo in grado di re-introdurre il glutine nella nostra dieta, e di osservare i possibili sintomi.

Lascia un commento