I Rimedi Di Una Scossa Per Combattere La Disoccupazione Dei Lavoratori Più Anziani !

I Rimedi Di Una Scossa Per Combattere La Disoccupazione Dei Lavoratori Più Anziani !

"senior' mariageNel 2013, non un mese è passato senza che il tasso di disoccupazione per i lavoratori più anziani non aumenta! Il nostro paese è andato da 662 000 senior in cerca di lavoro nei primi mesi del 2013 a 743 000 nel mese di dicembre!!! Un aumento di 81 000 cercatori di lavoro oltre i 50 anni di età o il 12,3% di aumento ! Di fronte a questa situazione catastrofica, l’OCSE propone una terapia d’urto. Ma quali sono le altre tracce, infine, consentire ai cittadini senior di lavoro ?

Bernard Lavilliers a cantare: “mi piacerebbe lavorare di nuovo” bene, se avete più di 50 anni nel nostro paese si avrà un sacco di difficoltà. 48% degli anziani hanno sperimentato la disoccupazione tra loro ultimo lavoro e il pensionamento efficace ! Il tasso di occupazione delle persone di oltre 55 anni, è tra i più bassi di tutti i paesi industrializzati e solo il 20% di 60-65 anni di età hanno un lavoro !

Alla luce di questo terribile, l’Organizzazione di cooperazione economica e sviluppo offre soluzioni draconiane :

Sarebbe necessario ridurre e diminuire i diritti della disoccupazione dei lavoratori più anziani. Questa organizzazione vuole cambiare alcune delle regole e, in particolare, la rottura conventionnelle che forniscono anche molti benefici per i cittadini più anziani. D’altra parte, i meccanismi di incoraggiare troppi anziani in attesa per la loro pensione, pur essendo disoccupati. Si sa che i termini di compensazione di disoccupazione sono più di 50 anni, e per alcuni è dovrebbe essere rimuovere ! O per allontanare quei benefici a 62 anni di età solo ! Come se fosse colpa di un prof o la loro volontà di essere disoccupati, e un beneficio !

-D’altra parte, l’OCSE raccomanda, inoltre, che il famoso contratto di generazione che è lento a dare frutti (solo 20 000 sono stati firmati contro i 70 000 forniti dal governo ) è orientato solo al di sopra dei 55 anni di età, senza una qualifica. Già che questi contratti non funziona bene, quindi se i criteri sono più severi, nessuno !

Infine, l’attuale riforma delle pensioni, che entra in vigore quest’anno, non soddisfa un franco successo con l’organizzazione di cooperazione. Infatti, sempre secondo quest’ultimo, la riforma facilitare ulteriormente la partenza anticipata dei lavoratori anziani dal mercato del lavoro per scavare il buco delle pensioni.

Ancora una volta, gli anziani sono i capri espiatori delle proposte economiche inverosimile, come se i disoccupati sopra i 50 anni di età è stata volontaria, o voluto !

E se per una volta, gli attori politici ed economici cercando di trovare nuove tracce per frenare la disoccupazione dei lavoratori anziani?

–Perché non promuovere la creazione di una compagnia di più di 55 anni, aumentando gli aiuti per la creazione e la semplificazione delle procedure ? Gli anziani hanno l’esperienza e potrebbe essere i leader aziendali di talento se la creazione di un business non era così noioso e pericoloso.

– Non si potrebbe prendere in considerazione quando gli anziani sono il lavoro dei vincoli specifici ? Pertanto, il mantenimento dell’occupabilità di oltre 55 anni sarebbe venuto a un netto miglioramento delle condizioni di lavoro ( discarica ore, una maggiore flessibilità annuale, di auto-aiuto più giovani…)

– Un’altra disposizione di iconoclastia sarebbe quello di abbassare lo stipendio pagato dalla società per più di 50 anni e il deficit è a carico dello Stato.

– Perché non rimuovere completamente le tasse per le aziende che assumerebbe un senior CDI ?

– Infine, e più importante, è necessario modificare le rappresentazioni delle aziende e, in particolare responsabili HR che vedere senior ( spesso qualcuno di età superiore a 45 per loro) come un senile, di vecchio, di superato. È una vergogna ! Perché non dimentichiamo che tutto il mondo un giorno o l’altro di un senior!!!! Anche i giovani lavoratori saranno dei partecipanti più anziani, se uno è disposto a dare loro un posto di lavoro!

È assurdo che in politica, il premio deve essere dato all’esperienza, mentre in compagnia bonus è dato per il culto della giovinezza !

Mobilitiamo noi stessi e dimostrare che le persone anziane in attività è utile, efficiente, produttiva e che è semplicemente il futuro !

la disoccupazione senior

Lascia un commento