Il Parere Del Medico: L’Artrosi Dell’Anca

Il Parere Del Medico: L’Artrosi Dell’Anca

Questo “segno della scarpa” è indicativo di una lesione dell’anca e il medico, dopo un esame clinico accurato e la conduzione di x-ray confermerà spesso l’artrosi dell’anca (coxartrosi). Questo comune è sede comune per questo tipo di reumatismi, malattie degenerative (si veda l’articolo artrosi pubblicato in precedenza), che di solito inizia dopo l’età di cinquant’anni e si trova, in modo simile nei due sessi.

Un oa possono essere correlati a una malformazione all’anca, trauma (noto poi coxartrosi secondaria), ma è più spesso primitiva, che si verificano senza causa apparente e tende a diventare bilaterale, ed essere accompagnata da altre lesioni degenerative (colonna vertebrale, ginocchia).

L’artrosi dell’anca è caratterizzata da dolore di tipo “meccanico” a volte localizzato al ginocchio ( che può essere fuorviante per la diagnosi), più o meno calmata dal resto, attivato o accentuato da camminare, affaticamento, indossando peso. Questi tristi eventi di maggiore “rigidità” del comune, accompagnato da un irrigidimento della disattivazione di certi gesti giornalieri : indossare le scarpe, sedersi su un sedile basso, su e giù per le scale, camminare su terreni accidentati.

L’esame, eseguito dal medico di famiglia, trovare un grado di rigidità per la mobilizzazione dell’articolazione. Sarà poi la richiesta di un esame a raggi x, di solito di bacino e i fianchi a conferma di questo l’artrosi dell’anca e del suo grado di evoluzione. A volte può essere utile per confermare la lesione da un esame scannographique o MRI, consentendo, in particolare, per valutare lo stato della cartilagine articolare.

Questo imaging medico sarà anche in grado di oggettivare una malformazione che quindi richiedono un trattamento chirurgico di un particolare e più presto.

L’evoluzione della malattia è spesso lento e graduale. L’inizio è abbastanza insidioso con qualche flare-ups dolorosa auto-limitanti e le lesioni peggiorare : la distanza diminuisce, la limitazione di movimento è in aumento, la zoppia.

Il bi-lateralisation dell’artrosi dell’anca non è raro che, immediatamente o successivamente con un intervallo di tempo variabile. Questo peggioramento, per la realizzazione delle due parti può portare a, in fase avanzata, una condizione estremamente dolorosa.

All’inizio, il trattamento può essere medico, a base di dolci articolazioni (evitando i piedi estesi, le stazioni sono ancora in piedi, il peso-cuscinetto ….), la lotta contro l’eccesso di peso (perdita di 1KG riduce l’articolazione di 4 KG). Utilizzando una canna può essere utile in determinate circostanze.

Fisioterapia sarà in grado di combattere contro l’irrigidimento progressivo e il muscolo della coscia. All’inizio, sotto la supervisione di un medico ausiliario, dovrà essere continuato come un personale e quotidiano.

Per passare una fase dolorosa, il medico di famiglia potrà prescrivere un antidolorifico, un anti-infiammatorio (con attenzione, soprattutto da una certa età). Trattamento con farmaci di fondo anti-artrosi a volte è proposto con un risultato abbastanza instabile.

La prescrizione di cure termali può anche essere raccomandato, dato il suo ruolo attivo nella cartilagine, la riabilitazione in piscina e il resto osservato (si veda il precedente articolo sul crénothérapie).

Tuttavia, è l’intervento chirurgico che ha rivoluzionato il trattamento di questa affezione. Potrebbe essere tempestivamente per correggere alcuni difetti morfologici, o successivamente in caso di coxartrosi primitiva.

Il trattamento ortopedico sarà pianificata congiuntamente con lo specialista chirurgo ed il paziente, che è l’unico giudice della sua disabilità e avrà una parte importante nella decisione.

Questo trattamento chirurgico sarà basato principalmente sulla creazione di una sostituzione totale dell’anca, che si è evoluta notevolmente negli ultimi anni. La durata della degenza e di riabilitazione per tale intervento sono stati notevolmente ridotti e la percentuale di buoni risultati è migliorata nel corso degli anni dall’installazione della prima protesi, ci sono un paio di decine di anni.

l’artrosi dell’anca

Lascia un commento