Omeopatia, AMIOT: scettici ignorano gli effetti benefici

Omeopatia, AMIOT: scettici ignorano gli effetti benefici

E’ quanto mai acceso il dibattito sulla efficacia della omeopatia, molto spesso usata in alternativa alla più tradizionale medicina scientifica. Dopo le dichiarazioni del professor Paul Glaszioum che sul suo blog sul British Medical Journal definiva l’omeopatia un placebo, ecco che arriva la replica dell’AMIOT, l’associazione di medici esperti in medicina di origine biologico-naturale più rappresentativa d’Italia.

omeopatia replica AMIOT

L’omeopatia funziona davvero oppure no? La discussione si incentra ovviamente su questo importante punto che ancora oggi è molto dibattuto. Le teorie a favore e contro l’utilizzo di rimedi naturali per la cura di alcune patologie sono ben nette: da una parte chi sostiene che curarsi con l’omeopatia non abbia alcun tipo di effetto positivo sull’organismo, se non quello scaturito da una sorta di condizionamento psicologico (effetto placebo, appunto) che colpisce l’individuo alle prese con rimedi di natura omeopatica; dall’altra chi invece sostiene che la medicina omeopatica abbia numerosi effetti benefici. Tra quelli più immediati, sicuramente benefici per la salute pubblica, riduzione dell’uso di antibiotici inutili e dei costi per il trattamento di alcune malattie respiratorie. E ancora, tra gli effetti benefici, anche il miglioramento nella depressione peri-menopausa e delle condizioni sanitarie in individui affetti da malattie croniche.

L’indagine tirata in ballo dall’AMIOT è stata condotta dai ricercatori della Harvard School of Public Health e del Beth Israel Deaconess Medical Center, il prestigioso ospedale affilato alla Harvard Medical School. Il Prof. Paolo Roberti di Sarsina, fondatore dell’Ente Morale “Associazione Medicina Centrata sulla Persona”, è intervenuto in merito aggiungendo importanti particolari sull’uso della medicina omeopatica.

Le persone più istruite rappresentano il gruppo sociale maggiormente propenso a usare medicinali omeopatici per il loro percorso di cura e salute rispetto alle persone meno istruite. Le patologie più comuni per le quali le persone hanno seguito trattamenti con medicinali omeopatici sono i disturbi respiratori e orecchio-naso-e-gola e le sindromi dolorose muscolo-scheletriche, a conferma dell’efficacia di questo metodo di salute che non può certamente essere derubricato a ‘effetto placebo’ come periodicamente gli scettici sostengono. Scettici, è bene ricordarlo, che usano il metodo scientifico a proprio uso e consumo, salvo poi ignorare sistematicamente qualunque ricerca – e sono ormai numerose – che sfati i più radicati pregiudizi anti-scientifici

Lascia un commento